Beppe Severnini: una simpatica proposta

Da OTTO E MEZZO del 17 agosto 2014.

Stasera ad OTTO E MEZZO rileviamo una simpatica proposta formulata da Beppe Severgnini ( Corriere della sera ) ed Albanese al presidente del consiglio San Matteo da Cascia…” Presidente del consiglio, politici, riducete la burocrazia in Italia, . mettete i giovani in condizioni di aprire un’attività artigianale in una giornata… San Matteo, fateci il miracolo!

Io aggiungo alla loro proposta altri due punti concreti :

1) Che le nuove attività artigianali o commerciali aperte da giovani o da meno giovani ( perché anche i 50 / 60enni rimasti senza lavoro hanno la pancia ed il diritto ad un’attività che permetta loro di mantenere se stessi e le proprie famiglie con decoro e dignità -le due d- siano ESENTI da TASSAZIONI , TUTTE, per almeno due anni….esenti da studi di settore..ecc.

2) E che siano anche ESENTI per lo stesso periodo da contributi PREVIDENZIALI che possono essere in parte sostituiti da una polizza infortuni e grandi interventi ad un costo medio annuo di 800 euro.( per la protezione salute ).

.

Questo renderebbe CONCRETA la facilitazione ad aprire una SOCIETA’ AD 1 EURO ,( la tipica proposta all’italiana,) perché appena aperta con tanto ottimismo ( e mio figlio l’ha fatto,) ti trovi con un mucchio di spese … Commercialista, contributi, tasse varie, rifiuti , studi di settore ecc. per almeno € 1000 al mese che vanno aggiunte alle spese d’affitto, luce, acqua, riscaldamento, telefono , pubblicità, spostamenti, benzina ecc. per almeno altri € 2500 al mese.. E’ troppo , per un inizio..

Sburocratizzare l’apertura di attività è facile e semplice. Si può fare in tre mesi. E mi riferisco a tutto, Comune, Asl, Camera di Commercio e soprattutto l’assunzione di dipendenti… occorre semplificare e unificare.
Signori politici, ci proviamo ?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *