Archivio della categoria: Interventi economici generali

Come Fermare La Vendita Di Case All’Asta?

residance solidaleLa situazione economica della nostra nazione e’ disastrosa.  Stanno andando all’asta  migliaia di case, di aziende agricole,  di locali industriali…I giornali sono pieni d’annunci d’asta…

Il governo non puo’ continuare a “guardare” e a giocare  “alla  bella statuina”. Innanzitutto vari una MORATORIA  di almeno due anni ed intanto SOSPENDA  le  ASTE  nell’attesa di concretizzare delle soluzioni alternative…per esempio  le seguenti;

Come si può fare per salvare capre e cavoli, cioè per trovare una soluzione che accontenti le banche procurando loro il minor danno possibile e che permetta ai mutuatari di mantenere la proprietà?.

Per quanto riguarda VILLE ,  ALLOGGI   e  SECONDE CASE , propongo questa soluzione che consiste nello stipulare un ACCORDO  CONTRATTUALE  COMPLEMENTARE  tra la banca ed il  mutuatario insolvente:

-fare una VALUTAZIONE  COMMERCIALE   sul valore reale dell’immobile al momento dell’accordo (negli ultimi cinque anni c’è stata una perdita graduale di valore anche del 40% ) con l’intervento obbligatorio di un’agenzia immobiliare, di un perito della banca e di un geometra locale..

-si sceglie su una popolazione di 80.000 abitanti un’ AGENZIA  IMMOBILIARE  che si specializzi ed offra garanzie di serietà commerciale e tecnica e che intervenga come PARTNER  per occuparsi dell’immobile durante tutta la durata dell’ ACCORDO  per pagare le eventuali tasse-casa, per seguire le piccole riparazioni che dovessero rendersi necessarie e per sostituire gli eventuali inquilini ad affitto garantito. Continua a leggere

Cooperative Artigiane Di Lavoro

Business Team Work!

La CRISI  ECONOMICA   che durerà ancora parecchio e la necessità di risparmiare terreno a scopo AGRICOLO  creano ostacoli ad una buona ripresa delle attività connesse all’edilizia.. quindi per il rilancio del settore e dar lavoro alla gente cosa possiamo concretamente fare ?

Propongo che si organizzino delle COOPERATIVE DI LAVORO che comprendano tutti i piccoli imprenditori del posto,, i muratori e gli artigiani , gli idraulici, gli elettricisti, i fabbri, gl’imbianchini, e le aziende della zona che vendano materiali connessi all’edilizia , AFFIDANDONE L’ATTIVITA’ AI COMUNI ,. oppure a gruppi di Comuni ASSOCIATI  che rappresentino all’incirca 100.000 persone.. Continua a leggere

LA CRISI DELL’EDILIZIA

crisi edilizia

Ora esaminiamo la situazione dell’edilizia, degli imprenditori edili i quali risentono grandemente per la CRISI  ECONOMICA  che ha fermato la crescita del mercato e che adesso, dopo una lunga stagnazione, sta facendo abbassare i prezzi e soprattutto ha quasi PARALIZZATO  le  VENDITE .

La crisi dell’edilizia è dovuta in parte alla crisi generale,  in parte alla mancanza di sicurezza sul lavoro e quindi del reddito che permetterebbe di pagare mutui e prestiti ed in parte alla GRANDE  DIFFICOLTA’ ad ACCEDERE a PRESTITI   dalle banche perché queste preferiscono investire il denaro nell’acquisto di titoli di Stato dei quali ricavano un buon guadagno….senza rischi ; acquistano il denaro allo zero 50 e lo impegnano in titoli di Stato, con redditi che variano dal 3% al 4% ed anche al 5% a seconda del momento. Continua a leggere

POTENZIAMENTO dell’ INDUSTRIA TESSILE

industria tessile Vi trasmetto un’idea per potenziare l’industria tessile sul mercato nazionale: Propongo l’adozione sul territorio italiano di una divisa scolastica completa per le scuole e per tutti i livelli scolastici dalle materne all’università., come si usa in due terzi del mondo. E mi riferisco ad una divisa completa che comprenda oltre a pantaloni e camicia per i ragazzi , ed a gonna e camicetta per le ragazze anche i cappotti invernali, i giacconi per i maschi, le tute da ginnastica, le scarpe , il tipo di calze , le maglie ed i maglioncini per l’inverno..

Io sono cresciuta all’estero in una nazione dove la divisa è considerata un aspetto essenziale della vita scolastica ed un elemento importante perche’ prevalga un senso di uguaglianza fra gli studenti al di là della classe sociale d’appartenenza e perché essi si abituino all”ordine ed alla bella presenza personale. La cura e l’attenzione verso la divisa sono considerati aspetti portanti nell’educazione armoniosa dei bambini e dei giovani. Continua a leggere

POTENZIAMENTO DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE

produzione industriale Negli ultimi anni la crisi che attanaglia le industrie le ha spinte a spostare la produzione dei loro manufatti all’estero sia per la scarsità di richieste a livello nazionale, (ed in certi casi internazionale .. ), sia perché in molti paesi dell’Unione Europea la manodopera costa molto meno di qui, le spese contributive sono ridottissime e proporzionate agli stipendi molto più bassi ed inoltre i governi offrono forti incentivi per promuovere sui loro territori la localizzazione di fabbriche straniere..

Vi cito un esempio : in Croazia il marchio Benetton ha ricevuto dallo Stato Croato circa € 5000 per ogni lavoratore assunto per un totale di € 500.000 che corrispondono a 100 lavoratori assunti nella fabbrica impiantata da pochi mesi.lo Stato non ha chiesto alla Benetton alcuna garanzia ed oltre a questo le ha concesso facilitazioni burocratiche e fiscali. Continua a leggere

Interventi a favore dei NEGOZI e dei LOCALI COMMERCIALI

intervento a favore delle attività commerciali Altre scelte importanti e ormai indispensabili riguardano la sopravvivenza dei negozi e dei piccoli commerci locali. Essi poggiano sulle attività familiari e sono fonte di sussistenza per circa sei milioni di persone costituite dagli esercenti e dai loro familiari.. Oggi troppi negozi a causa della crisi aprono e chiudono in poco tempo .

Nel paese dove vivo( 5000 abitanti ), nell’arco di un anno circa 40 negozi hanno chiuso i battenti oppure i gestori si sono sostituiti più d’una volta, con una perdita di denaro e fallimenti… Due negozianti si sono uccisi … Parecchi erano negozi di famiglia, gestiti da decenni …. E’ stato un gran dispiacere veder chiudere quelle attività storiche!. Continua a leggere

MERCATO INTERNO

mercato interno Per far ripartire l’ economia,  l’imprenditoria medio piccola e le assunzioni ,è importante far crescere un FORTE  MERCATO  INTERNO, protetto da dazi o meglio ancora dall’ applicazione del  “COSTO MINIMO GARANTITO”  che spieghero’  piu’ avanti e che sia un mercato di tipo artigianale..

Perche’ un  MERCATO  INTERNO  di  TIPO  ARTIGIANALE ?

Perché e’ importante fare in modo che ci sia lavoro per tutti… E’ importante  DISTRIBUIRE  IL  LAVORO   fra la popolazione e solo l’ IMPOSTAZIONE  ARTIGIANALE  ci permette di utilizzare piu’ MANODOPERA.

La competitività aggressiva che caratterizza la societa’  globalizzata,  richiesta ai nostri giorni, poggia su due aspetti fondamentali: un ridotto costo del lavoro e l’uso di macchinari sempre più moderni, sofisticati e rinnovati.

Ovviamente  l’utilizzo di macchine specializzate  RIDUCE l’IMPIEGO di PERSONALE.  Acquisire  una maggiore competitività significa pagare stipendi più bassi là dove occorre manodopera umana e ridurre l’uso dei personale.  La competitività aggressiva  e spietata  è una caratteristica dei  SISTEMI  CAPITALISTI…

Porta a grandi ricchezze concentrate nelle mani di pochi e ad una media diffusa semi povertà per la maggioranza della popolazione.  Ne’ il capitalismo né il comunismo hanno risolto i problemi dell’umanità…Ed abbiamo capito che dobbiamo andare oltre….prepararci ad un ‘ epoca sociale post capitalista e post consumistica, che sara’ probabilmente piu’ felice.

Infatti  il CONSUMISMO  attraverso la sua  continua creazione di rete di BISOGNI  e’ una delle principali cause di depressione della nostra epoca, e di cure antidepressive…il male oscuro che  colpisce   anche i bambini ed i  giovani.

Lasciamo gli   ASPETTI  DI COMPETITIVITA’  ALLE IMPRESE  CHE  ESPORTANO  una parte, oppure tutta la loro produzione, in vini,  alimenti,  abbigliamento, materiale per costruzioni,  macchinari, vetture,  mobili,  cantieri navali…. e sviluppiamo invece un mercato interno  MENO  COMPETITIVO,  ma di  GRANDE QUALITA’  , protetto dalla concorrenza esterna sia dei paesi europei che dei paesi asiatici e  riservato all’Italia,  con l’Introduzione della doppia moneta :

La nostra  nazione  e’ conosciuta al mondo per i propri prodotti di eccellenza, sia nell’agro alimentare che nei vari tipi di produzione industriale, tessile, navale, nell’abbigliamento, nelle calzature, nella moda nei materiali da costruzione, nell’arte e nella produzione di oggetti artistici, nella meccanica di precisione…

Dobbiamo incentivare a livello nazionale  l’attività delle aziende impegnate nei vari settori. sia con aiuti e finanziamenti, che con sponsorizzazioni all’estero, tramite l’intervento di Consolati ed Ambasciate