ELEZIONI EUROPEE A MENTE FREDDA:

ELEZIONI a MENTE FREDDA

I risultati di queste elezioni mi lasciano perplessa , stupita, e richiedono ai partiti una profonda riflessione. Il numero maggiore di voti è stato quello dei non votanti., circa 20 milioni di persone !!

Questi 20 milioni di persone non si sono identificati in nessun partito, in nessun colore politico, non si sono affidati a nessun programma né per rimanere all’interno dell ‘Europa, né per uscirne.

Anche se almeno 3 milioni di persone per questioni di salute oppure d’età… possono aver scelto di non votare con motivi comprensibili (penso ad esempio a malati di Alz/, di malattie che creano impedimento a muoversi, di gravi depressioni o di forme che richiedono ospedalizzazione psichica ) sono comunque tante, ma proprio tante troppe queste persone ( almeno 17 /18 milioni ) che si sono astenute dall’esprimere un giudizio , una scelta politica relativamente all’Europa, in un momento cruciale e di grossi problemi economici, anche relativamente al rimborso del debito.
Tutti gli astenuti, ASTENENDOSI DAL VOTO, , hanno comunque messo in chiaro che non gliene importa nulla… che rifiutano l’ Europa, insieme alle forze politiche italiane che l’hanno appoggiata.

Fra gli astenuti ci sono molti appartenenti ai MOVIMENTI di PROTESTA POPOLARE che avevano espresso il RIFIUTO della politica governativa e dei politici nel 2012, 2013, SCENDENDO in PIAZZA per manifestare il proprio bisogno di ricevere dalla classe politica decisioni in grado di far uscire l’Italia dalla palude economico finanziaria sociale e morale in cui è sprofondata dal 2011 in avanti…. oppure per chiedere alla suddetta classe politica la scelta coerente di ADDIVENIRE ALLE ELEZIONI ANTICIPATE insieme alla rinuncia ad incarichi che non era in grado di espletare in modo utile alla nazione.

Ho molti amici, molti conoscenti che non hanno votato per protesta… molti miei inviti per andare alle urne sono rimasti inascoltati.

Io credo e lo riaffermo che E’ MOLTO IMPORTANTE ESERCITARE IL DIRITTO DI VOTO.

In queste elezioni europee molti hanno votato per esempio la LEGA NORD oppure FRATELLI d’ ITALIA proprio per il programma volto a MODERARE l’influenza europea relativamente all’economia italiana oppure per USCIRE letteralmente dall’ EURO a livello di moneta unica nei tempi necessari, che possono significare da sei mesi ad un anno.

Queste due forze politiche hanno interpretato un’esigenza profonda degli italiani, di quelle classi sociali… dei piccoli imprenditori e commercianti, i gestori di negozi, i piccoli artigiani ed agricoltori che in questi ultimi anni non hanno ricevuto alcun aiuto dalla politica, né di destra né di sinistra.. neppure una corda in regalo, per impiccarsi… mentre alla classe operaia sono stati erogati milioni e milioni di cassa integrazione, di cassa in deroga. ecc.

E’ stata fatta in questi anni un enorme ingiustizia sociale che ha causato migliaia di vittime.fra i piccoli imprenditori. I quali ovviamente non sentendosi ne’ aiutati, ne’ appoggiati concretamente dalle forze politiche che li rappresentano, si sono allontanati dal voto.

Sul numero di voti raggiunto dal PARTITO DEMOCRATICO, HANNO ANCHE INFLUITO LA PROMESSA degli ‘€ 80 EURO MENSILI programmata dal segretario del partito democratico, Matteo Renzi, uniti alla simpatia carismatica che ispira con quel suo modo di fare semplice e immediato,…molto veloce , CHE FA SPERARE in una POLITICA ATTIVA e TRASFORMANTE.

Il partito democratico deve comunque ricordare che E’ STATO VOTATO NON DAL POPOLO ITALIANO CHE E’ COSTITUITO DA 62 MILIONI DI PERSONE ma da 11 milioni di persone circa , delle quali 8 milioni avevano già votato per il PARTITO DEMOCRATICO nelle passate elezioni, e i 3 milioni in più arrivano un po’ da Forza Italia, e un po’ dal movimento di Grillo…. diciamo che corrispondono ad un nutrito gruppo di elettori i quali insieme ai nuovi votanti di LEGA e FRAT/ ITALIA non sono più carnalmente uniti ad un’idea politica ( tipo Don Camillo e Peppone ), ma seguono volta per volta la crescita ed i cambiamenti dei vari gruppi politici per appoggiare al loro interno quel che corrisponde a CIO’ CHE RITENGONO giusto.ed utile in quel momento. .

I partiti politici per la loro stessa sopravvivenza debbono interpretare tali bisogni e sapersi modificare plasticamente.

La situazione del partito democratico è molto delicata. Non può permettersi errori e dovrà mantenere le promesse che ha fatto in campo economico e sociale ed è molto difficile che ci riesca, stante la scarsa disponibilità finanziaria che l’Europa ci riconosce e gli riconosce come governo…L’ Italia ha bisogno, oggi, per uscire dalla crisi e tornare quella che era, di almeno 200 MILIARDI di EURO.
Dove li puo’ prendere il governo RENZI, cucito a doppio filo con l’ EUROPA ?. .

Dovrà soprattutto fare attenzione ai temi etici… In questo senso direi che l’azione di governo è iniziata in modo strano.
Perché ci si chiede come mai con tutti problemi finanziari e sociali del popolo italiano il governo si sia impegnato a tamburo battente per approvare il DIVORZIO BREVE …e per RIDURRE LE PENE nei casi di PICCOLO SPACCIO……..

Ricordo che la caduta del presidente HOLLANDE in Francia non è solo collegata ad aspetti economici ma anche ,e tanto , alle posizioni assunte su temi etici… posizioni che aveva portato avanti in modo dittatoriale, senza badare all’opinione etica della popolazione. .

Parlerò più avanti di “spaccio ” e di “divorzio breve.”
Staremo a vedere quali saranno le prossime iniziative politiche…

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *